Circo Divino (2010)

Un bellissimo digipack e l'artwork di Romanie Sanchez introducono ai miei occhi una delle release dell'anno per il sottoscritto. I frequentatori di queste pagine sapranno bene della stima che ripongo nei confronti di Bakis Sirros, moderatore di una delle più celebri comunità di utenti del Doepfer A100 e abile tessitore di trame elettroniche con i Parallel Worlds di cui abbiamo recensito la summa discografica. “Circo Divino” vede il compositore greco unire le forze con Stefano Musso conosciuto ai più col nome di Alio Die tramite il quale, dagli albori dei Nineties, ha pubblicato mirabili pagine di elettronica sperimentale. La collaborazione tra i due si avvale dell'eterea voce della cantante polacca India Czajkowska e in “Lost Fractales” – direi il manifesto di questa release -  “Nuvole Di Palissandro” e “Sorinel” il cerchio si chiude mostrando i superbi risultati raggiunti. A colpire è soprattutto la capacità della strumentazione modulare di Bakis Sirros di integrarsi alla perfezione con la morbosità di drone e loop evocati da Stefano Musso. Se amate perdere la cognizione del tempo e ritrovarvi in un paese fantastico non dubitate oltre, fate vostro “Circo Divino” e misurate la vostra capacità di immersione nell'oceano elettronico.

Divine, dagheisha.com

 

Circo Divino è la prima collaborazione tra Alio Die e Parallel Words (Grecia).Il suono che insieme è stato raggiunto potrebbe essere descritto come un mondo sonoro ibrido, fatto di calibrate componenti elettroniche e vibrazioni  aeree. Le macchine modulari di Parallel Worlds si mischiano con la strumentazione acustica e i drones di Alio Die, uniti in alcune traccie con l'eterea voce della vocalista/compositrice India Czajkowska, dando vita ad una surreale e terrena esperienza aurale.Le composizioni sono al tempo stesso minimali e tranquille, e d'altro canto piene di elementi microtonali e oscuri misticismi, portando l'ascoltatore in uno spazio dove legami fisici o mentali non hanno ragione di esistere. Il bellissimo digipack (come la copertina dell'LP) sono a cura della pittrice Romanie Sanchez.

 

Since the late  '80s, Stefano Musso has recorded deep, evocative experimental ambient and electro-acoustic soundscapes under the name Alio Die. Combining sweeping electronics with found sound and acoustical treatments, he has assembled a rich and varied collection of recordings for such labels as Projekt, Timebase, Heart of Space / Fathom, and his own Hic Sunt Leones label. His music is a shadowy, cavernous, intensely detailed fusion of acoustical elements, step-and-repeat sample treatments, sparse, echoing percussion, and deep, atmospheric sound design, playing ambient's static tendencies off of shifting melodic and textural passages that suggest movement without sacrificing the music's vague, entropic formlessness.    

Sean Cooper, All-Music Guide
 

Parallel Worlds music is a combination of dreamy/atmospheric textures with analogue rhythms and sequences. Parallel Worlds use mostly huge analogue modulars and analogue step sequencers of the past and present, combined with digital synthesis techniques. Bakis Sirros has been involved in various sound design projects and is the moderator of the Doepfer A100 modular users group, helping in the progress of the tools for experimental electronic music.
He also participates in some other collaboration projects, the project “Interconnected” with the German musician Ingo Zobel (of DRON, Signalform, Self Oscillate, Datasette, etc.) and the project “Memory Geist” with the australian electronic musician Steve Law (of Zen Paradox, Starseed Transmission, etc)”
 
 

Bakis Sirros
www.parallel-worlds-music.com
www.myspace.com/parallelworldsmusic
www.myspace.com/interconnectedmusic
www.myspace.com/memorygeist
www.din.org.uk
www.musicamaximamagnetica.com
www.vu-us.com
doepfer_a100 group owner